Le finaliste di .itCup 2015: SurveyLab | ITCup
.itCup Registro è la startup competition riservata alle startup del settore ICT

Le finaliste di .itCup 2015: SurveyLab

Le finaliste di .itCup 2015: SurveyLab

di Antonio Pirozzi

 

Come nasce l’idea di SurveyLab

L’idea di SurveyLab è nata un giorno in cui abbiamo ricevuto per l’ennesima volta una telefonata di indagine di mercato proveniente da un call center di un noto operatore telefonico. A quel punto ci siamo domandati: “Ma è mai possibile che non ci sia modo per migliorare questo servizio?”

Per gli utenti che ricevono la chiamata/sms/email l’indagine viene vista come una noia pazzesca e una gran perdita di tempo.
Quanto invece sarebbe molto più interessante se tu potessi rispondere comodamente dal tuo smartphone attraverso un’applicazione nativa quando e dove vuoi ed alla fine di tutto vieni anche premiato con un reward convertibile in denaro o gift card?
Da una parte le aziende avrebbero un mezzo di gestione delle indagini che permette loro di risparmiare sul costo e ricevere più velocemente risultati qualitativi, mirati su un target specifico di utenti. Dall’altra parte gli utenti finali verrebbero premiati per l’opinione espressa e il tempo speso.

L’attuale versione di SurveyLab rappresenta il primo step del percorso, le fondamenta su cui si baserà tutta la visione futura che stiamo sviluppando.

 

bannerPDF

 

Qual è la novità di SurveyLab rispetto alle altre realtà simili?

In Italia non abbiamo veri e propri diretti concorrenti. Ti basti pensare che nel 2015 esistono ancora aziende che effettuano sondaggi, indagini di mercato o customer satisfaction a mano. Questo vuol dire che devi spendere soldi e tempo nello stampare, distribuire e riportare digitalmente le risposte (sempre che qualcuno abbia voglia di compilare un foglio di carta) o affidarsi a un call center con i risultati che tutti sappiamo.

I nostri principali focus vogliono essere riassunti in questi punti:

Servizio web multi-piattaforma semplice e intuitivo che chiunque possa utilizzare
– Distribuzione: un ampio ventaglio di canali possibili per poter raggiungere il maggior numero di utenti (email, embedded sul sito, widget, app nativa iOS e Android, social network, ecc…)
– Collezione automatizzata delle risposte con la possibilità di associare la profilazione dell’utente che ha risposto
Un potente strumento per monitorare, analizzare e filtrare i dati (appoggiandoci anche alla text e sentiment analysis) in modo da generare in tempo reale risultati qualitativi e utili per l’azienda

Voglio fare un esempio molto pratico:

Hai idea di quante aziende non siano al corrente della soddisfazione dei propri clienti e del loro livello di fidelizzazione?

Quanto sarebbe utile poter, in maniera semplice e automatizzata, collezionare l’opinione e la soddisfazione dei clienti e poter quindi sapere chi e perché è felice di quello che offri e chi invece sicuramente non tornerà da te a comprare di nuovo? Profilare quindi i tuoi clienti, risolvere i problemi di quelli infelici, non perderli (ricorda che hai avuto un costo per acquisirli) e magari riuscire anche a convertirli in utenti paganti che fanno passaparola? Oppure anche solo sapere chi è felice di quello che hai offerto e che quindi sarebbe disposto a fare un buon passaparola e magari acquisire una versione più costosa del servizio.

Quali sono i vantaggi per l’azienda?

– Profila i propri clienti
– Monitora e migliora la Customer Satisfaction
– Sa in tempo reale quali siano i problemi e quali siano invece gli aspetti che vanno bene
– Ha un canale diretto con il quale può dialogare con i consumatori

 

survey_stats

 

SurveyLab sarà utile a risparmiare alle piccole e medie imprese?

SurveyLab è un servizio che viene venduto come SaaS (software as a service), questo sta a significare che il costo del nostro servizio scala in base alle esigenze e alle necessità del nostro cliente. La nostra idea e il nostro intento è di poter offrire un servizio innovativo che potrà essere usato a partire dal piccolo imprenditore che potrà gestire tutto quanto in maniera autonoma fino alla grande azienda che, se richiesto, potrà richiedere un supporto dedicato.

Sai quanto può risparmiare e guadagnare un impresa monitorando la customer satisfaction, non perdendo clienti e convertendone altri?

Molti italiani vanno in Silicon Valley per investire sul proprio progetto innovativo. Secondo te in Italia cosa non funziona? Dove si blocca il meccanismo della filiera?

Personalmente vediamo due problemi principali:

– Mancanza di uno strumento concreto pensato appositamente per le startup come potrebbe essere una forte detrazione fiscale per i primi anni di vita
– Mancanza di strutture in stile YC, che danno modo alle startup di iniziare, formarsi, creare network e conoscere investitori

Detto questo, vediamo comunque che negli ultimi tempi le cose stanno iniziando a cambiare in meglio e crediamo che sia solo questione di tempo prima che anche qua in Italia si arrivi a muovere i primi passi verso una vera e propria Silicon Valley. Sicuramente non manca il talento, la voglia e la volontà di arrivarci!

string(0) ""